MAX FERRARI: TUTTA COLPA DI REGUZZONI. Intervista a Max…

MAX FERRARI: TUTTA COLPA DI REGUZZONI.

Intervista a Max FERRARI di Tommaso MONTESANO. Pag. 6 di Libero del 10/04/2012

Cinque giorni prima che Umberto Bossi si ammalasse, nel marzo 2004, Max Ferrari, allora direttore di TelePadania, avvisò il Senatur: «Segretario, qui c’e una corte di affaristi». Il leader della Lega lo rassicurò: «Hai ragione, ci sono molte cose da chiarire». L’ictus, pero, mise Bossi fuori gioco. E per Ferrari iniziarono i guai: «In tv cominciai una campagna per la restituzione dei soldi della Credieuronord e contro chi si stava arricchendo alle spalle della Lega. E questo non ha fatto piacere al Cerchio magico, una corte di malavitosi che ha reso Bossi inavvicinabile e che ha deturpato l’immagine della Lega. Da allora sono finito nel loro mirino». Prima con la mancata candidatura alle Politiche del 2006 («l’allora tesoriere, Maurizio Balocchi, pretendeva che io versassi 300mila euro»), poi con il licenziamento dalla tv, inline con l’espulsione dal movimento. In mezzo, l’ 11 aprile 2006, l’occupazione della sede di via Bellerio alla testa di una cinquantina di militanti. Blitz sfociato in una «litigata furiosa con Rosi Mauro.Volarono parole grosse e quello fu il mio ultimo giorno in Lega». 

Quindi quanto sta accadendo non la sorprende.

«Non mi sorprende affatto, l’avevo ampiamente previsto. Ora mi auguro, dopo essere rientrato in Lega due anni fa, di essere riabilitato».

Qual è il suo giudizio su Bossi?

«Ritengo che sia stato turlupinato, circuito e sfruttato da una banda di malfattori che hanno anteposto il loro interesse personale a quello del partito».

Il Senatur più vittima che carnefice?

«Lui e il figlio. Renzo e stato il pupazzo da chi, non avendo i voti per aspirare alla successione del padre, hapensato di usare lui per poi diventarne il tutore».

Un po’ come accadeva nelle monarchie con la reggenza.

«Il reggente, in quanto regista dell’operazione, doveva essere Marco Reguzzoni. E Rosi Mauro, che dovrebbe dimettersi davicepresidente del Senato, la sua socia. Il piano era quasi riuscito: mettere l’ingenuo infante al comando formale e fargli sporcare le mani di fango per obbligarlo a stare zitto il giorno in cui avesse voluto ribellarsi. Peccato che abbiano pestato un po’ troppo i piedi a Roberto Maroni, che ha capito tutto». 

Adesso la Lega come può uscire dal tunnel?

«Credo in Maroni: solo facendo pulizia totale. I colonnelli che hanno anteposto i loro affari al bene della Lega devono fare un passo indietro. E i giovani come Flavio Tosi un passo avanti».

tags: Max Ferrari; Roberto Maroni; Marco Reguzzoni; Lega Nord; Rosi Mauro; Rosy Mauro; cerchio magico; Tommaso Montesano; TelePadania; Libero Quotidiano

via Tumblr http://cuoreimpavido.tumblr.com/post/22845055078 http://24.media.tumblr.com/tumblr_m3v9eu9OSw1rugh1so1_500.png Max Ferrari, Roberto Maroni, Marco Reguzzoni, Lega Nord, Rosi Mauro, Rosy Mauro, cerchio magico, Tommaso Montesano, TelePadania, Libero Quotidiano May 11, 2012 at 06:20PM

Annunci

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: