Lega Nord, Roberto Maroni: La procura di Milano faccia in fretta, ora nasce la fase 2.0

Lega Nord, Roberto Maroni: La procura di Milano faccia in fretta, ora nasce la fase 2.0:

Roberto Maroni (foto Facebook official)

LEGA NORD – Dopo l’informazione di garanzia giunta dalla Procura di Milano Umberto Bossi si chiude in silenzio e vede sfilare di mano un ‘giocattolo’ da lui ideato, cresciuto e poi semidistrutto dagli scandali generati dai suoi stessi figli Renzo e Riccardo. Gli inquirenti hanno rintracciato anche i pagamenti, a spese del Carroccio, per le rate universitarie del suo primogenito iscritto alla facoltà di Economia all’Università Insubria di Varese. Si tratta di due uscite di cassa dai fondi della Lega Nord, che risalgono ai primi di gennaio del 2009, per un totale di poco più di 3.400 euro. Ma gli investigatori sospettano che con il denaro del partito siano state pagate tutte le rate universitarie.

Intanto dalle indagini emergono nuovi particolari inquietanti sul ruolo del tesoriere Francesco Belsito, come ad esempio un bonifico di 4 mila euro giustificato come ‘conto studio-rimborso spese’ per coprire i conti in rosso del Trota, oltre ad un ‘rimborso spese’ di 2 mila euro ad Alex Girardelli, figlio di Romolo, detto ‘L’Ammiraglio’, indagato a Reggio Calabria per riciclaggio con l’aggravante di aver favorito la cosca dei De Stefano.

Se da un lato si registra il crollo della vecchia Lega retta dal fatidico cerchio magico, dall’altro c’è chi lavora anima e corpo per voltare pagina e far rinascere un partito severamente punito alle elezioni amministrative di due settimane fa. Roberto Maroni già da tempo sembra il degno successo del Senatur alla guida del Carroccio, anche se lui preferisce attendere il responso finale del congresso federale del mese prossimo. Ma innanzitutto onore ai ‘caduti’… “La vicenda giudiziaria mi ha molto rattristato – ha detto l’ex ministro a Tgcom24 -. Ho sentito Bossi, era con il morale sotto i piedi… È una cosa che non ha fatto piacere nè a lui, nè a me, nè a nessun leghista. La Lega ha iniziato a far pulizia, Bossi e suo figlio si sono dimessi, alcuni sono stati espulsi, quindi l’opera di pulizia continuerà finchè sarà necessario – ha proseguito l’ex responsabile del Viminale -. Occorre ripartire, perchè finchè c’è la questione settentrionale c’è bisogno della Lega. Ci appelliamo alla magistratura, non parlo di complotti, conosco la procura di Milano, il procuratore lo conosco e ne ho stima. Chiediamo solo di fare in fretta perchè queste vicende devono essere risolte rapidamente. Poi se qualcuno ha sbagliato pagherà”. Da questo polverone, secondo l’ex ministro Maroni, la Lega potrebbe rinascere in modo rinnovato, con maggiori poteri decisionali affidati alla base: “Da questa crisi, da questo male nascerà un bene: la nuova Lega, la Lega 2.0″.

fonte: http://www.direttanews.it/2012/05/18/lega-nord-roberto-maroni-la-procura-di-milano-faccia-in-fretta-ora-nasce-la-fase-2-0/

tags: Roberto Maroni; Lega Nord; Lega 2.0; direttanews.it

via http://cuoreimpavido.tumblr.com/post/23280802768 http://www.direttanews.it/wp-content/uploads/2012-roberto-maroni4-406×270.jpg May 18, 2012 at 09:21AM

Annunci

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: