Archive for the ‘affaritaliani.it’ Tag

Tosi sponsor dell’Unità d’Italia. Poi la rivelazione choc: “Ho tre pistole”

Tosi sponsor dell’Unità d’Italia. Poi la rivelazione choc: “Ho tre pistole”:

Flavio Tosi

“L’Italia è una sola. Coma fa la Lega a parlare di secessione dopo essere stata tre anni e mezzo al governo? Quale credibilita’ puo’ avere un ex ministro della Repubblica italiana che all’improvviso viene a propormi di smembrarla?Siamo seri”. Non piaceranno certo ai leghisti ‘puri e duri’ le parole del sindaco ‘ribelle’ Flavio Tosi, neosegretario della Liga Veneta, nella biografia-intervista del giornalista Stefano Lorenzetto da oggi in libreria. “Come ho cercato di spiegare a Bossi – dice ‘mister 57% – coerenza a parte, tu dici che vuoi la secessione, ma i cittadini, che sono molto concreti, ti chiedono: e come la facciamo la secessione? quali regioni lasciamo fuori? dove mettiamo il confine? sul Po? a Firenze? a Perugia? Penso che nessuno voglia far ricorso alla guerra civile. Io no di sicuro. E dunque? L’unica via percorribile – per Tosi – e’ quella del federalismo. Tre macroregioni all’interno della stessa repubblica, dotate di autogoverno fiscale e amministrativo. Costituzionalmente ineccepibili”.

Secondo il segretario della Liga, “farebbero il bene dell’Italia, giacche’ se tutti gestiscono le loro risorse, sono anche responsabilizzati nel farlo al meglio. E’ il principio chiave del federalismo”. “Io credo che Bossi – risponde poi a un’altra domanda Tosi – voglia fortissimamente l’autonomia del Nord. E’ chiaro che una trattativa politica assomiglia all’acquisto di un tappeto in un suk arabo: uno spara 1.000, l’altro offre 50 e alla fine chiudi a 100. Per tenerti il pozzo a cui ti abbeveri, a Roma devi come minimo chiedere la luna”.

“L’Italia e’ una sola. Coma fa la Lega a parlare di secessione dopo essere stata tre anni e mezzo al governo? Quale credibilita’ puo’ avere un ex ministro della Repubblica italiana che all’improvviso viene a propormi di smembrarla? Siamo seri”. Non piaceranno certo ai leghisti ‘puri e duri’ le parole del sindaco ‘ribelle’ Flavio Tosi, neosegretario della Liga Veneta, nella biografia-intervista del giornalista Stefano Lorenzetto da oggi in libreria. “Come ho cercato di spiegare a Bossi – dice ‘mister 57% – coerenza a parte, tu dici che vuoi la secessione, ma i cittadini, che sono molto concreti, ti chiedono: e come la facciamo la secessione? quali regioni lasciamo fuori? dove mettiamo il confine? sul Po? a Firenze? a Perugia? Penso che nessuno voglia far ricorso alla guerra civile. Io no di sicuro. E dunque? L’unica via percorribile – per Tosi – e’ quella del federalismo. Tre macroregioni all’interno della stessa repubblica, dotate di autogoverno fiscale e amministrativo. Costituzionalmente ineccepibili”.

Secondo il segretario della Liga, “farebbero il bene dell’Italia, giacche’ se tutti gestiscono le loro risorse, sono anche responsabilizzati nel farlo al meglio. E’ il principio chiave del federalismo”. “Io credo che Bossi – risponde poi a un’altra domanda Tosi – voglia fortissimamente l’autonomia del Nord. E’ chiaro che una trattativa politica assomiglia all’acquisto di un tappeto in un suk arabo: uno spara 1.000, l’altro offre 50 e alla fine chiudi a 100. Per tenerti il pozzo a cui ti abbeveri, a Roma devi come minimo chiedere la luna”. (segue)

Ippazio Stefano, sindaco di Taranto etichettato come primo cittadino ‘cowboy’, non e’ l’unico ad avere una pistola. “Ho il porto d’armi. Possiedo tre pistole – confessa Flavio Tosi nella biografia-intervista del giornalista Stefano Lorenzetto da oggi in libreria – Una Magnum 45 che mi e’ stata regalata, una Browning 9×21 e una Beretta 6,35 che posso portarmi dietro perche’ e’ piccola, sembra un giocattolino. Per strada non le userei mai. Ma se mi ritrovassi un aggressore in casa, si’”. Insomma, “so anche difendermi da solo”, avverte il primo cittadino, dopo aver raccontato delle minacce ricevute in questi anni.

Mercoledì, 6 giugno 2012 – 09:16:00

fonte: http://affaritaliani.libero.it/politica/tosi-sponsor-dell-unit-d-italia-poi-la-rivelazione060612.html

tags: Flavio Tosi; Lega Nord; affaritaliani.it

http://affaritaliani.libero.it/static/upload/flav/0000/flavio-tosi1.jpg June 06, 2012 at 10:37AM

Maroni rilancia Pontida: “Non sarà mai cancellata”

Maroni rilancia Pontida: “Non sarà mai cancellata” :

“Pontida non sarà mai cancellata, perche’ Pontida e’ il simbolo della nostra lotta contro l’oppressione centralista romana. Il raduno sul pratone si fara’ anche quest’anno, naturalmente, dopo la stagione dei congressi di giugno. I nostri nemici si rassegnino: anche se i loro giornali sputano veleno su di noi tutti i giorni, noi non molleremo mai. Padania libera”. Lo scrive Roberto Maroni sulla sua pagina di Facebook.

Lunedì, 21 maggio 2012 – 12:00:00

fonte: http://affaritaliani.libero.it/politica/maroni-rilancia-pontida210512.html

tags: Roberto Maroni; Lega Nord; Pontida; affaritaliani.it

http://ifttt.com/images/no_image_card.png May 21, 2012 at 01:34PM

Il “tecnico” della Lega dice basta alle epurazioni. “Tutto questo casino ci ha fatto bene”

Il “tecnico” della Lega dice basta alle epurazioni. “Tutto questo casino ci ha fatto bene”:

E’ il tecnico del Carroccio. Non sta né con Maroni né con Bossi. Dario Galli, presidente della provincia di Varese, spiega in un’intervista ad Affaritaliani.it: “Tutto questo casino ci ha fatto bene. Solo grazie a questa bufera possiamo rivoltare la classe dirigente. C’è bisogno di nuove energie. Complotto dei magistrati? Balle”. Sul Trota: “Espulsione? Eh… diciamo che con le dimissioni ha fatto un passo importante”. E dice “basta alle epurazioni. Maroni non spacchi, ma unisca la Lega”. L’INTERVISTA

Domenica, 20 maggio 2012 – 11:10:00
Dario Galli

E’ il “tecnico” della Lega. Né con Maroni né con Bossi (ma con entrambi), stimato presidente della provincia di Varese, Dario Galli, intervistato da Affaritaliani.it non ha dubbi: “Tutto questo casino ci ha fatto bene”.

Come scusi?

Ribadisco. Il movimento c’è e solo grazie a questa bufera possiamo rivoltare la classe dirigente.

Alla Lega non manca una spinta ideale, un nuovo Gianfranco Miglio?

La Lega ha bisogno di un rinnovamento nelle sue leadership. E’ l’ora di nuove energie in campo, di persone libere da condizionamenti precedenti. Tutto il resto sono chiacchiere.

Vacilla Bossi anche come presidente?

Bossi indagato è solo l’ultimo passaggio del lavoro svolto dalla procura di Milano. C’è grande riconoscenza per Umberto, rimarrà presidente. Sono sicuro che in maniera cosciente non ha fatto nulla di male. Se ne è sempre fottuto dei rolex, dei vestiti, delle macchine.

E chi parla di un complotto dei magistrati?

Balle. Certo, c’è stato un certo impegno di pm e giornalisti a portare avanti le inchieste. In altre situazioni la campagna elettorale sarebbe stata zona franca. Ma è inutile nascondersi. E’ come con il debito pubblico: è colpa nostra, non dei poteri forti.

Il Trota va espluso?

Eh…diciamo che con le dimissioni ha fatto già un passo importante. Il caso di Lusi, in termini di quantità soldi, mi sembra molto più grave di mille euro per il dentista o trecento per le multe. E’ chiaro poi che le responsabilità non sono di un ragazzo di vent’anni, ma di chi gli sta dietro. Molti accostano la prima Lega al Movimento 5 Stelle di Grillo. Ho rispetto per Grillo e spero vinca a Parma. Però noi avevamo una linea politica con due idee forti: la dignità dei popoli e l’eccesso di Stato in Italia. A giudicare dai risultati dell’ultimo governo sembra che queste idee ve le siate scordate. Eravamo all’8%, dovevamo ultra-mediare con tutti. Sarebbe stato meglio uscire dal governo Berlusconi dopo sei mesi. Invece si è deciso di andare avanti con i costi standard del federalismo e la lotta alla burocrazia. Nessuno nota che Fini se n’è andato proprio quando i decreti attuativi stavano per partire, rendendoci la vita impossibile.

L’Italia può pensare di uscire dall’euro? Nell’euro non ci dovevamo entrare, lo dicevamo già dieci anni fa. Uscire, ora, è tecnicamente difficilissimo. Però bisogna cambiare. L’euro è un super marco fatto su misura di una paese strutturato come la Germania. Andrebbe bene per la Padania, non per l’Italia intera. L’Italia come un’Europa in miniatura. Esatto. La Germania è come la Padania, il Meridione come la Grecia. Noi paghiamo il debito pubblico del Sud. E lo manteniamo.

Un consiglio a Bobo Maroni?

Basta con le epurazioni. Non spacchi, ma tenga unita la base.

Luca Rossi



tags: Lega Nord; Roberto Maroni; Umberto Bossi; Dario Galli; affaritaliani.it 

http://affaritaliani.libero.it/static/upload/dari/dario-galli.jpg May 20, 2012 at 02:03PM