Archive for the ‘Cesena’ Tag

Maroni attacca il Governo: “L’esecutivo balbetta”

Maroni attacca il Governo: “L’esecutivo balbetta”:

L’appello del leader leghista: Monti a casa, elezioni

L’ex ministro dell’Interno interviene a tutto tondo sull’attualità politica, dall’allarme clandestini lanciato dalla Libia all’allarme terrorismo dopo gli attacchi a Equitalia e l’attentato all’ad di Ansaldo alla crisi greca

Roberto Maroni a 'Che Tempo che fa' (Infophoto)

Roberto Maroni a ‘Che Tempo che fa’ (Infophoto)

Cesena, 13 maggio 2012 – Dopo qualche giorno di silenzio, l’ex ministro dell’Interno Roberto Maroniinterviene a tutto tondo sull’attualità politica, dall’allarme clandestini lanciato dalla Libia all’allarme terrorismo dopo gli attacchi a Equitalia e l’attentato all’ad di Ansaldo alla crisi greca.

IMMIGRAZIONE – “Sia sul piano della lotta alla mafia, sia sull’immigrazione clandestina, sento questo Governo balbettare”. Cosi’ Roberto Maroni, durante una conferenza stampa, a margine del congresso romagnolo a Cesena. 
“Per questo – ha aggiunto – chiedo che sia costituito da qualcuno che un potere popolare, per produrre misure anche impopolari”. La Grecia è un monito in questo – ha continuato – Governo Monti a casa, elezioni in autunno”.
In particolare, l’ex ministro dell’Interno si è detto “molto preoccupato” sulla gestione del nuovo allarme sbarchi proveniente dalla Libia.

 “Il ministro degli Esteri Terzi ha detto che l’Europa ci deve aiutare – ha affermato – quando lo feci io, ci fu uan valanga di critiche da sinistra”. “Mi pare strano – ha concluso che nessuno dica nulla. Riguardo all’esecutivo Monti, il triumviro della Lega Nord ha detto di avere stima di alcuni ministri”, come, per esempio, il titolare dello Sviluppo economico, Corrado Passera, quando afferma che i posti di lavoro “si creano con l’economia” e non con la riforma del mercato del lavoro, come, invece – ha ricordato Maroni – sostiene la collega, Elsa Fornero”. “Purtroppo, chi ha idee giuste nel Governo non viene ascoltato”.

IL SIMBOLO – I simboli appartengono al movimento, sono parte del patrimonio del movimento e, come tali, vengono amministrati dal consiglio federale”, ha poi detto Maroni rispondendo a chi gli chiedeva se si stia valutando di eliminare il nome di Umberto Bossi dal simbolo elettorale della Lega Nord. “Ne abbiamo cambiati tanti di simboli, il simbolo evolve”.

EQUITALIA – Roberto Maroni “condanna” i recenti episodi di violenza contro le sedi di Equitalia, agenzia nei confronti della quale comunque conferma le posizioni critiche espresse in passato.
“Equitalia è un esperimento fallito, crea tensioni e divisioni, ha premesso il, triumviro della Lega Nord, durante una conferenza stampa, a margine del congresso romagnolo a Cesena.

Le reazioni violente, che io non giustifico, ma anzi condanno, dovrebbero far pensare”, ha aggiunto. L’ex ministro dell’Interno, pero’, si rifiuta di definire terrorista “chi protesta contro Equitalia”. “Terroristi sono quelli che hanno gambizzato Adinolfi a Genova”, precisa.

Maroni ha confermato che i sindaci leghisti “licenzieranno” progressivamente l’Agenzia di riscossione e subiranno delle formule per evitare il pagamento dell’Imu sulla prima casa. “Il presidente Monti ha detto una cosa molto sgradevole quando ha sostenuto che noi diciamo di non pagare l’Imu ed è fuori legge”, ha detto. I Comuni, ha continuato, possono evitare la riscossione dell’Imu “fissando un’aliquota minima, allo 0%”. “Accusare la Lega di sostenere l’evasione fiscale – ha sostenuto – lo puo’ dire il primo che passa, se lo dice il presidente del Consiglio, o è male informato o è in mala fede”.

fonte: http://qn.quotidiano.net/politica/2012/05/13/712049-maroni-governo-balbetta-immigrazione-terrorismo.shtml

tags: Roberto Maroni; Lega Nord; clandestini Libia; allarme terrorismo; Equitalia; quotidiano.net; Cesena

via http://cuoreimpavido.tumblr.com/post/22982186936 http://qn.quotidiano.net/politica/2012/05/13/712049/images/991393-tv_rai.JPG May 13, 2012 at 08:02PM

Lega Nord, ultimatum di Maroni al Pdl: “O Monti o noi”

Lega Nord, ultimatum di Maroni al Pdl: “O Monti o noi”:

CESENA – L’alleanza fra Lega e Pdl ci potra’ essere ”se entro luglio il Pdl decidesse di togliere il sostegno al governo Monti, se riconosce di aver sbagliato e se si va a votare a ottobre”. Sono le condizioni poste da Roberto Maroni, che ne ha parlato al congresso della Lega Nord Romagna. ”Mi pare pero’ – ha aggiunto – un periodo ipotetico dell’ irrealta”’. Maroni ha anche ribadito che al ballottaggio di domenica prossima non ci sara’ nessun apparentamento con partiti che sostengono il governo, compreso il Pdl.

Il simbolo della Lega ”appartiene al movimento, e’ parte del patrimonio della Lega ed e’ amministrato dal consiglio federale al quale spetta ogni decisione. In questi anni lo abbiamo cambiato, il simbolo evolve”. Roberto Maroni ha commentato cosi’ l’ipotesi circolata in questi giorni di togliere il nome di Bossi dal simbolo della Lega. 

”Domani (lunedì 14 maggio) al consiglio federale penso che si dira’ qualcosa”. Con queste parole Roberto Maroni ha risposto a chi gli chiedeva se si candidera’ alla segreteria della Lega. Maroni ne ha parlato a margine del congresso della Lega Nord Romagna.

fonte: http://www.blitzquotidiano.it/politica-italiana/lega-nord-ultimatum-di-maroni-al-pdl-o-monti-o-noi-1229371/

tags: Roberto Maroni; Lega Nord; elezioni; Lega Nord Romagna; Cesena; Blitzquotidiano.it

via http://cuoreimpavido.tumblr.com/post/22966089973 http://ifttt.com/images/no_image_card.png May 13, 2012 at 02:38PM

Lega, Morrone blinda la riconferma di Pini

Lega, Morrone blinda la riconferma di Pini:

“Mozione contraria? Chissà se è legittima…”

Il congresso, a Cesena parla anche Maroni

di Luca Bertaccini e Andrea Alessandrini

Lega, Gianluca Pini (Newpress)
Lega, Gianluca Pini (Newpress)
ARTICOLI CORRELATI

Forlì, 13 maggio 2012 – QUESTA mattina a Cesena si svolgerà il congresso nazionale della Lega Nord Romagna. Il rinnovo degli organi dirigenti prevede innanzitutto quello per il segretario nazionale. Incarico ricoperto da Gianluca Pini, parlamentare finito al centro di diverse disavventure giudiziarie. Il congresso — si comincia alle 8.30 alla Fiera di Pievesestina, in via Dismano — sarà a porte chiuse, così come è stato in occasione del congresso provinciale che ha rieletto il segretario di Forlì-Cesena Jacopo Morrone. Niente estranei dunque, a cominciare dai giornalisti, visti come fumo negli occhi a livello locale e nazionale. Per gli organi di informazione ci sarà spazio (attorno alle 12) per porre domande all’ex ministro dell’Interno e ora triumviro del Carroccio Roberto Maroni, che ha confermato il suo arrivo anche attraverso Facebook.

CI SARÀ spazio per la mozione presentata da Aldo Trentani, pavese di nascita e residente a Forlì, leghista della prima ora, insieme a un altro paio di ‘ribelli’? Il documento chiede, in sostanza, il ritiro della candidatura da parte di Pini. «A firmarla siamo in tre, come prevede il regolamento — dice Trentani — , due amici faentini e io. Sosteniamo che la ricandidatura di Pini è fortemente in contrasto con il principio della pulizia voluto dall’onorevole Maroni e si presta a strumentalizzazioni politiche degli avversari. Militanti e simpatizzanti, inoltre, non capirebbero le ragioni del mancato passo indietro di Pini, passo indietro fatto invece da Umberto Bossi, Monica Rizzi, Renzo Bossi e Davide Boni anche senza avvisi di garanzia, ma sulla base di semplici sospetti».

LA PROPOSTA di mozione dei tre militanti anti-Pini rischia però di non essere accolta e quindi presentata al voto dell’assemblea. Lo fa capire Jacopo Morrone, segretario della Lega Nord di Forlì-Cesena: «Spetterà all’Ufficio di presidenza del congresso — rimarca Morrone — decidere se quel volantino è stato o meno presentato nel rispetto delle corrette modalità e può quindi essere accolto. Il fatto che sia stato divulgato prima all’esterno secondo me costituisce già un notevole motivo di impedimento».

SARÀ Pini ad aprire il congresso con la canonica relazione del segretario uscente, dopodiché verrà eletto l’ufficio di presidenza. Pini attraversa un momento complicato: è indagato dalla Procura di Forlì per varie vicende giudiziarie, fra cui il filone delle presunte finte donazioni al Carroccio in cambio della candidatura alle elezioni politiche. Queste vicende legate a Pini e il terremoto che ha scosso la Lega Nord negli ultimi due mesi aleggeranno sul congresso odierno. I delegati saranno 200, in rappresentanza di circa 2400 tesserati romagnoli. Oltre all’elezione del segretario ci saranno quelle per gli 11 posti del consiglio (una ventina di candidati) e per i 14 posti di delegato al congresso federale che si svolgerà il 30 giugno e 1° luglio a Milano (25 candidati).
 

Luca Bertaccini
Andrea Alessandrini

fonte: http://www.ilrestodelcarlino.it/forli/politica/2012/05/13/711908-lega-nord-gianluca-pini.shtml

tags: Lega Nord; Lega Nord Romagna; Roberto Maroni; Gianluca Pini; Cesena; Jacopo Morrone

via http://cuoreimpavido.tumblr.com/post/22959779606 http://www.ilrestodelcarlino.it/forli/politica/2012/05/13/711908/images/1216967-gianluca_pini.jpg May 13, 2012 at 10:21AM